Cosa e' e come funziona Vincicasa

Vincere una 21621

Negli ultimi giorni è questa la sensazione provata, dopo aver ripensato a mente fredda alle partite dei ragazzi. Non ho fatto filippiche esagerate, discorsi filosofici troppo sofisticati, ho soltanto cercato di ragionare, di mettere ancora una volta in risalto dove è opportuno lavorare per migliorare, senza nascondere la verità dietro equilibrismi dialettici. Una serpe che vorrei tenere lontana, da scacciare per non rischiare di venire tramortiti dal suo pericoloso veleno. Un progetto per far giocare i bambini senza presente e futuro, insieme alla partecipazione attiva dei genitori, arruolati secondo le loro capacità; qualcuno farebbe da mangiare, altri si preoccuperebbero della manutenzione, magari di coltivare, di far studiare i giovani ragazzi, e naturalmente di insegnarli il tennis. Qualunque contributo sarebbe ben accetto, ma soltanto donato sotto forma di beni materiali, senza profitto per chi da o per chi riceve: un posto dove il denaro è sostituito dalla voglia di vera libertà. Nei peggiori momenti di solitudine intellettuale, esorto quasi con violenza i miei colleghi a provare una via alternativa, a generare diversità, esaltando nuove prospettive, slegate dal conformismo quotidiano. Negli ultimi mesi ho avuto un incontro molto fortunato, uno di quelli che si contano nella vita sulle dita di una mano; non ci speravo più, sbagliando. Mi ha fatto capire di essere sulla strada giusta, dandomi la forza per portare avanti le mie idee con rinnovata convinzione, con un impeto che pensavo di non possedere. Le sto offrendo ad un gruppo di giovani, di cui ora qualcuno nota la bravura, dimenticando il punto di partenza, e contemporaneamente dimostrandosi incapace di vedere la leva che muove ad ogni allenamento il nostro cammino.

5 Vincitori della Lotteria più Sfortunati o Stupidi di Sempre

Leave a Reply

Your email address will not be published.*